menu site web

Com'é la Martinica

Case creole

La Habitation créole per definizione è la "case", una semplice costruzione a pianta quadrata, interamente in legno, ricoperta di foglie di palma e di canne.

Le "maisons de maitres", o abitazioni dei coloni, erano costruite con tavole di legno appoggiate su un basamento in pietra. Solo i coloni più ricchi potevano permettersi la costruzione in mattoni su più piani.

Le case in pietra riproducevano quelle della campagna francese, con muri spessi e poche aperture per lottare contro il caldo.

Col tempo le Maisons de Maitres cominciano ad prendere delle caratteristiche creole: la struttura diventa più sottile, aumenta il numero delle finestre e viene adottata la gelosia e la pietra viene sostituita dal legno, che permette una migliore ventilazione degli ambienti.

Lo sviluppo dei borghi avviene principalmente intorno ai porti o a punti di scambi. L'architettura delle "cases " di città, quelle oggi meglio mantenute, presenta uno o due piani, spesso con una veranda sul fronte e un cortile sul retro, dedicato alle attività domestiche. Poco alla volta il piano terra venne destinato alle attività commerciali.

Retour haut de page